Omosessuali, la nuova rivendicazione pubblicitaria

los homosexuales, el nuevo reclamo publicitario Foto: Pinterest

Sempre più aziende scelgono di includere coppie gay nelle loro pubblicità. Questo, oltre ad essere una conseguenza di un progresso mondiale per i suoi diritti, riconosce anche il suo alto potere d'acquisto e il gusto per la moda.


La società svedese Other Stories è l'ultima a entrare nella lista delle aziende che decide scegli una coppia omosessuale per recitare nella loro campagna pubblicitaria per San Valentino. In questo caso stiamo parlando di due donne, Eden Clark e Lizzie Tovell, una coppia di veri e propri residenti a Londra. Attraverso una serie di fotografie, i due modelli mostrano il loro amore pieno di tenerezza, complicità, baci e carezze. Tiffany And Co ha già scelto di trasformare questa campagna pubblicitaria nei primi mesi del 2015. Con l'obiettivo di mostrare le diverse versioni dell'amore e offrire una maggiore attenzione su chi potrebbe essere il destinatario dei loro prodotti, la gioielleria ha scelto un paio di uomini per recitare nella loro pubblicità. "Non esiste un marchio che rappresenti Tiffany come i sentimenti e la complicità tra due persone impegnate", ha spiegato Caroline Naggiar, direttore marketing dell'azienda, al momento. Fotografia della campagna pubblicitaria di Tiffany And Co. Foto: Tiffany And Co In Spagna, El Corte Inglés, uno dei Anche i grandi magazzini più tradizionali e importanti del paese hanno introdotto questo approccio nei loro spot. Con il titolo "Cupido in amore", ha lanciato un gay con attori commerciali che in sette giorni ha già aggiunto quasi 300.000 voci su YouTube. L'obiettivo "riflettere le situazioni quotidiane dell'amore", ha assicurato l'azienda. La popolazione LGBTI si è consolidata come una forza economica importante in gran parte delle società sviluppate e democratiche a livello internazionale, il che rende ragionevole che siano diventati una rivendicazione pubblicitaria per i grandi marchi. Secondo le Nazioni Unite, attualmente rappresentano fino al 10% della popolazione totale del pianeta. In Colombia, in assenza di un censimento aggiornato, si stima che più di 4,5 milioni di persone siano incluse nel collettivo LGBTI, che corrisponderebbe al 15% della forza lavoro nel paese, confrontandolo con la media nazionale della popolazione attiva. Le cifre trattate dalla Camera di commercio internazionale di gay e lesbiche degli Stati Uniti parlano del fatto che il commercio gay sta diventando molto importante in nuovi mercati. Tuttavia, questi dati contrastano con la mancanza di riconoscimento dei loro diritti che molte leggi nel mondo mostrano. I rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso sono punibili con codici penali in almeno 75 stati, con pene che vanno dalle multe alle condanne a morte. Solo 16 paesi riconoscono il matrimonio tra persone dello stesso sesso, tra cui Argentina, Uruguay, Brasile e Messico, anche se quest'ultimo solo in due stati. Per quanto riguarda la Colombia, è uno dei paesi dell'America latina che ha avanzato di più nel riconoscimento dei diritti del collettivo LGBTI, nelle parole dell'organizzazione Colombia Diversa. La conquista più recente, il diritto all'assistenza alimentare nelle coppie omosessuali in caso di estrema povertà, come accade nelle coppie eterosessuali. Tuttavia, come sostiene l'ONG, la discriminazione persiste ed è profondamente radicata nel paese.
Powered by Blogger.