Calvin Klein scatena la polemica sulle taglie femminili

calvin klein desata la polémica sobre las tallas femeninas Foto: Instagram

L'azienda americana è l'ultimo a generare polemiche con la sua ultima campagna pubblicitaria in relazione ai canoni di bellezza femminile che incoraggia individualmente e come parte del settore della moda.


Pochi giorni fa la società di Victorias Secret ha provocato indignazione per uno spot in cui esaltava la "perfezione" di corpi femminili con modelli eccessivamente sottili, senza un filo di grasso sulle sue anatomie sottili, ora è il turno di Calvin Klein. Il marchio americano ha appena lanciato la sua campagna per promuovere la sua linea di abbigliamento intimo destinata a coprire le esigenze di una vasta gamma di donne in base al loro tipo di corpi. La polemica è stata generata da uno dei modelli appaltati per questo scopo, Myla Dalbesio. Il 27enne è responsabile di indossare il calibro più grande che Calvin Klein concepisce per i suoi futuri acquirenti . Tuttavia, a giudicare dalle immagini che illustrano lo spot, Dalbesio sembra una donna normale, in nessun caso taglia XL. La reazione degli utenti di Internet non tardò ad arrivare. Le reti sono state riempite di commenti da persone indignate dall'impresa che sono accusate di distorcere l'immagine femminile scegliendo un modello che, in realtà, ha una dimensione 10, per illustrare la "dimensione positiva". Immagine della campagna di Calvin Klein con protagonista Myla Dalbesio. Foto: Intagram In un comunicato stampa diffuso dal quotidiano The New York Times, Calvin Klein si è difeso dalle accuse sostenendo che "la nuova campagna underwear 'Perfectly Fit' dispone di modelli Myla Dalbesio, Jourdan Dunn, Amanda Wellsh, Ji Hye Park e Lara Stone. Questa linea è stato creato per celebrare e soddisfare le esigenze di diverse donne e la campagna intende annunciare che la nostra nuova linea è più inclusivo e disponibile per tutti i tipi di sagome in una vasta gamma di dimensioni ". Infatti, l'azienda sostiene di non aver mai dato a Dalbesio la connotazione di "modello di grandi dimensioni ", se non che sono stati i social network quelli che hanno dato quel trattamento al proprio modello e la campagna. In un'intervista al programma "Oggi" della NBC, il modello è uscito in difesa del marchio. Per lei "[Calvin Kelin] ha fatto qualcosa di innovativo, ovvero lanciare questa campagna con un modello di dimensioni normali. Non c'è molto spazio per ragazze di queste dimensioni nell'industria della moda. Hanno lanciato questa campagna insieme a me con altre ragazze di diverse forme e dimensioni ", ha detto.
Powered by Blogger.