& # x201C; Il cibo è la mia droga & # x201D

“la comida es mi droga” Foto: Ingimage

Come affermato da Olga *, una donna di oltre 40 anni che soffre di disturbi alimentari da 13. & # x201C; Piacere & # x201D; è la parola che definisce cosa significa per lei il cibo, oltre a comportarsi da anestesista contro i suoi alti e bassi emotivi.


- Sono Olga e sono un mangiatore compulsivo.
Incontra, circa due ore, il martedì e il giovedì di ogni settimana, con altre persone che, di fronte alla loro frustrazione di non riuscire a controllare la loro dipendenza dal cibo, decidono di cercare aiuto nel gruppo di supporto di Torcoroma. Prima che Olga parlasse, ognuno dei partecipanti di Comedores Compulsivos Anónimos (CCA ) - come si chiamano - ha preso il suo posto nelle sedie di plastica bianca, strategicamente posizionate in modo circolare, in una piccola stanza, che funge anche da uno degli uffici di Alcolisti Anonimi, nel nord di Bogotá. El il moderatore inizia la sessione, invitando il pubblico, me compreso, ad alzarsi e pregare la preghiera della serenità. Ci teniamo per mano in un ovale irregolare. Alcuni chiudono gli occhi e altri li tengono aperti per arrivare a leggere la preghiera, appesa alle pareti della stanza: "Dio, dammi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare; il coraggio di cambiare le cose che posso; e saggezza per conoscere la differenza ", ripetono tutti all'unisono. Ci siamo seduti di nuovo per dare inizio al primo passo della sessione: l'espressione dei sentimenti
forte>, il momento in cui Olga ha affrontato il gruppo: - Ciao Olga! -, tutti rispondono in modo effusivo. - Dicci, come ti sei sentito in questi giorni? - chiede il moderatore. - Lo scorso ottobre ho raggiunto il mio peso senza mangiare le farine. Mi hanno detto che dovevo mangiare almeno una farina al giorno e non sono stato in grado di sostenermi adeguatamente. Ho guadagnato quattro chili, perché non sono in grado di maneggiare quella farina che sto mangiando. Ieri ero il nutrizionista e mi ha detto di tornare alla dieta liquida per sette giorni, e sono sicuro che tornerò a organizzarmi... ne sono quasi sicuro. Spero di essere in grado, - dice.
Un'altra voce femminile, un tono molto dolce, ha interrotto il silenzio del luogo.
Io sono e sono Mariana * mangiatore compulsiva-. 'Ho sentito calmo con il programma, ma ci sono tante cose che ancora confuso e, nel caso delle mie relazioni. Io Non Totale astinenza, o di prova della ragione per sapere quando fare il grande passo, perche 'tragonadas' non porterà un rapporto sana-.
Il giro prosegue fino ancora una volta il coordinatore. I volti, che in precedenza emanavano angoscia, ora hanno un'aria diversa, anche l'ambiente sembra molto più leggero. La catarsi ha funzionato e ora che si sono liberati di quei demoni emotivi, che pochi minuti fa hanno tolto il respiro, possono continuare senza remore. "Non posso andare a dire al mondo che sono un grasso compulsivo e sono sollevato dal mangiare. Mi vergogno Ma qui posso dirlo ", mi spiega Olga, che considera il luogo dell'incontro un" luogo sacro "e i membri del CCA come parte della loro famiglia. Lì, dice, è l'unico posto dove si sente al sicuro e può essere se stessa, perché, prima di ricevere il rifiuto della sua malattia, ottiene un sostegno incondizionato. My la vita è ingovernabile Il piano pasti è il secondo strumento (conosci gli strumenti della CCA, qui) che questa comunità usa per raggiungere la sua guarigione. L'obiettivo è avere il controllo del cibo ingerito, dando uno sguardo onesto alla storia personale con il cibo, dai primi sintomi della malattia. Per questo, è necessario avere un diario che includa cosa, quando, come e quanto (porzioni), per mangiare equilibrato e razionale. Allo stesso modo, è necessario identificare i "cibi compulsivi" o quelli che risvegliano maggiormente il desiderio di mangiare troppo. I membri del CCA raccomandano che questo piano sia consigliato da un professionista della nutrizione, oltre ad avere uno sponsor, che deve avere conoscenza del processo del figlioccio. - Il piano del pasto mi aiuta a ricordare che la mia vita è ingovernabile e, quindi, lo farò fino all'ultimo giorno della mia vita -, dice Mariana. - E 'quello che mi consente alla fine della giornata di fare quell'inventario difficile, di dire se l'ho realizzato o meno e perché - aggiunge la giovane donna che non supera i 25 anni. - Sponsorizzazione - continua il moderatore-, questi sono membri che stanno recuperando e condividendo il loro programma al livello della propria esperienza. A lui o lei è stata chiesta una guida nei tre livelli in cui lavoriamo al programma: spirituale, fisico e mentale - spiega. Il programma è di attrazione; cioè, ogni membro sceglie uno sponsor con il quale sente un certo livello di affinità e, quindi, con chi si sente a suo agio. Se a un certo punto il figlioccio sente che la relazione non funziona, è libero di cambiare il suo sponsor. - L'argomento di sponsorizzazione mi piace molto, perché l'ho vissuto fin dai due punti di vista Mi resi conto che il giorno in cui ho preso bene con il crescere padrino e maturo. Ho ancora difficile da ignorare, accetto che devo obbedire e utilizzare l'account padrino Olga (come lui affettuosamente chiamato i suoi compagni)
-. incontri sono gruppi di due o più mangiatori compulsivi che si riuniscono per condividere la loro esperienza personale e la forza e la speranza che CEC ha dato-li, Lee, testualmente, moderatore. Anche in questo caso, il giro comincia a girare.
Quando ho smesso di venire a un incontro, stacco. Per me, questo è un tempio di potere superiore - dice Alba *, una donna che ha trovato nel gruppo di supporto, dice, l'autocontrollo di cui ha bisogno per il suo diabete. - Le riunioni mi aiutano a ricordare la malattia e non so come gestire il cibo, che è la mia droga. È difficile per me vedere come qualcuno si eccita e controlla se stesso - continua Mariana. Il moderatore mi dice che lo scopo principale degli incontri è quello di "aggiustare la testa", sostenendo che una volta trovato il bilancio, il processo inizia ad avere successo. In seguito, viene avviata l'analisi di un altro strumento: il telefono . - Il contatto di un membro con un altro aiuta a condividere uno per uno ed evitare l'isolamento che è così comune tra noi. Molti membri chiamano, scrivono o mandano via e-mail i loro sponsor e altri membri del CCA ogni giorno - dice il moderatore. Qual è il fine? - chiedo. Servire come supporto nei momenti di debolezza, quando non ci incontriamo, mi risponde. - Mi aiuta immensamente a mantenere i contatti con le persone della CEC. Se è sbagliato, comincio a sentirmi bene, non ho abbuffate e seguo il mio piano alimentare - dice Mariana. Un altro degli strumenti su cui Comedores Compulsivos Anónimos fa affidamento è scrittura . Non è necessario essere un letterato per esprimere ciò che lacera questi dipendenti dal cibo. Oltre all'espressione dei sentimenti, esprimere ciò che si prova sulla carta è una liberazione per loro. Con "outsourcing", come mi dice Olga, "si realizza la ragione delle loro azioni". Come scrivere, la letteratura è un altro strumento di questa comunità. "Studiamo e usiamo la letteratura dei mangiatori anonimi compulsivi per lavorare i 12 passi. Facciamo affidamento anche sul dogma di Alcolisti Anonimi, noto come "il grande libro", afferma il moderatore. "Questo ci porta a capire l'esatta natura della nostra malattia", conclude. Il direttore della sessione suggerisce ai membri di alzarsi in piedi - proprio come nel primo momento - e di dichiarare la preghiera di chiusura. Tutti stringono le loro palpebre e intrecciano le loro dita, con una forza che sembra dire "tirami fuori di qui, non lasciarmi cadere di nuovo". "Ho messo le mani sul tuo e insieme possiamo fare ciò che non abbiamo mai fatto per noi stessi. Non sentiremo più la disperazione, non dipenderemo più dalla nostra instabile forza di volontà. Ora siamo insieme, protendiamo per ottenere un potere più grande di noi... ". L'incontro è finito, ma con esso le speranze di, un giorno, cessare di alimentare i desideri squilibrati di quel mostro interiore che dice loro "non è solo un morso " e, lo stesso, pochi minuti dopo si vanta dei sentimenti di colpa, dolore e frustrazione dei mangiatori anonimi compulsivi, per i quali ogni giorno rappresenta una battaglia contro se stessi e la loro mente autodistruttiva. * I nomi sono stati modificati su richiesta dei sorgenti CCA. Ulteriori informazioni sui mangiatori compulsivi Anonimo, nella tua pagina web .
Powered by Blogger.