Emma Watson alza la voce in favore dell'uguaglianza di genere

emma watson alza su voz a favor de la igualdad de género Foto: AP

L'attrice che rappresentava l'eterno amico di Harry Potter è diventata una donna contro la discriminazione di genere, che è perpetrata nel mondo. È così che l'ambasciatrice di buona volontà delle Nazioni Unite le ha mostrato un primo grande discorso.


"Più parlo di femminismo, più mi rendo conto che combattere per i diritti delle donne è per molti sinonimo di odiare gli uomini. E se sono sicuro di qualcosa, è che questo Deve finire. " Inizia così il primo intervento di Emma Watson nel suo ruolo di ambasciatrice di buona volontà per le donne delle Nazioni Unite, presso la sede delle Nazioni Unite a New York. La giovane donna, meglio conosciuta Per il ruolo di Hermione nella saga di Harry Potter, ha chiesto l'uguaglianza di genere con un discorso perfettamente strutturato che è riuscito a far alzare il pubblico, incluso il segretario generale del corpo internazionale, Ban Ki-moon. L'attrice inglese è andata alla Grande Mela per presentare la campagna HeForShe lanciata da UN Women. L'iniziativa cerca di aggiungere l'impegno maschile come l'unico modo reale ed efficace per porre fine alla discriminazione contro le donne nel mondo . "Uomini, vorrei darvi l'opportunità di estendere un invito formale a voi, uguaglianza di genere è anche il nostro problema." L'obiettivo è che la disuguaglianza di genere cessi di essere un chimera nel 2030 con il sostegno di uomini e donne allo stesso modo. "Come possiamo ottenere un cambiamento nel mondo quando solo la metà è invitata o viene ricevuta per partecipare alla conversazione?", Ha detto nel suo discorso. Puoi leggere "Questo non è femminismo" Watson, anche respinto nel suo discorso l'attuale tendenza a denigrare il movimento femminista e le connotazioni negative ad esso associate, a causa di un'interpretazione errata del termine originale. "Il femminismo, per definizione, è credere che uomini e donne dovrebbero avere pari diritti e opportunità", ha concluso. Non perdere il grande discorso di questa attrice, in video o in testo. DISCORSO COMPLETO Mi è stato nominato Ambasciatore di buona volontà per le donne delle Nazioni Unite sei mesi fa. Più parlavo di femminismo, più mi rendevo conto che combattere per i diritti delle donne troppo spesso è diventato sinonimo di odio contro gli uomini. Se c'è una cosa che so per certo, è che questo deve finire. Per la cronaca, il femminismo per definizione è la convinzione che uomini e donne debbano avere pari diritti e opportunità. Questa è la teoria politica, economica e sociale dell'uguaglianza di genere. Quando avevo 8 anni, mi hanno chiamato prepotente perché volevo dirigere un'opera teatrale che avevamo organizzato per i nostri genitori. Quando avevo 14 anni, ho iniziato a essere sessualizzato da alcuni elementi dei media. A 15 anni, i miei amici hanno iniziato a lasciare squadre sportive perché non volevano sembrare mascoline. A 18 anni, i miei amici maschi non potevano esprimere i loro sentimenti. Ho deciso che ero una femminista. Questo non mi è sembrato complicato, ma le mie recenti ricerche mi hanno dimostrato che il femminismo è diventato una parola impopolare . Le donne scelgono di non essere identificate come femministe. A quanto pare, [l'espressione] è percepito come troppo forte, troppo aggressivo, isolante, anti-uomo, e anche poco attraente
pudes anche leggere 'Chi ha bisogno del femminismo?'. Perché la parola è diventata così scomoda? Penso che sia giusto che io venga pagato allo stesso modo dei miei simili. Penso che sia un diritto poter prendere decisioni sul mio stesso corpo . Penso che sia un diritto che le donne siano coinvolte nelle politiche e nelle decisioni che influenzeranno la mia vita. Penso che sia un diritto che mi venga offerto socialmente lo stesso rispetto degli uomini. Ma purtroppo, posso dire che non esiste un solo paese al mondo in cui Le donne possono aspettarsi questi diritti. Nessun paese al mondo può ancora affermare di aver raggiunto l'uguaglianza di genere. Questi diritti sono considerati diritti umani, ma io sono uno dei più fortunati. Che cosa diciamo quando parliamo di femminismo nel XXI secolo? La mia vita è un privilegio perché i miei genitori non mi volevano meno perché una ragazza era nata. La mia scuola non mi ha limitato perché ero una ragazza. I miei insegnanti non presumevano che sarei andato più lontano perché un giorno avrei partorito un figlio. Queste influenze sono gli ambasciatori dell'uguaglianza di genere che mi hanno reso quello che sono adesso. Forse non lo sanno, ma sono le femministe involontarie di cui il mondo ha bisogno oggi. Ne abbiamo bisogno di più. Se continui a odiare la parola, non è importante la parola. È l'idea e l'ambizione dietro di esso, perché non tutte le donne hanno ricevuto gli stessi diritti di me . In effetti, statisticamente, pochissimi l'hanno raggiunto. Nel 1997, Hillary Clinton fece un famoso discorso a Pechino sui diritti delle donne. Sfortunatamente, molte delle cose che voleva cambiare continuano ad esistere oggi. Quello che mi ha colpito è che meno del 30% del pubblico erano uomini. Come possiamo ottenere un cambiamento nel mondo quando solo la metà è invitata o è stata invitata a partecipare alla conversazione? Uomini, vorrei dare questa opportunità a estendere un invito formale. Anche l'uguaglianza di genere è la tua domanda. Perché fino ad oggi, ho visto il ruolo di mio padre stimato meno dalla società. Ho visto giovani uomini soffrire di malattie mentali, non essere in grado di chiedere aiuto per paura che li renderà meno uomini. Infatti, nel Regno Unito, il suicidio è la principale causa di morte per gli uomini tra i 20 ei 49 anni, eclissando gli incidenti stradali, il cancro e le malattie cardiovascolari. Ho visto uomini fragili e insicuri per quello che è considerato un successo maschile. Anche gli uomini non hanno i vantaggi dell'uguaglianza. Non parliamo molto spesso di uomini imprigionati in stereotipi di genere, ma posso vedere che esistono. Quando sono liberi, le cose cambieranno per le donne come conseguenza naturale. Se gli uomini non hanno bisogno di essere aggressivi per essere accettati, le donne non saranno costrette a sottomettersi. Se gli uomini non hanno bisogno di controllo, le donne non dovranno essere controllate. Sia gli uomini che le donne dovrebbero sentirsi liberi di essere sensibili. Sia gli uomini che le donne dovrebbero sentirsi liberi di essere forti. È tempo per noi di vedere i generi come uno spettro anziché due ideali opposti. Dovremmo smettere di definire gli altri per quello che non siamo e iniziare a definire noi stessi per quello che siamo . Possiamo essere più liberi e questo è ciò che riguarda HeForShe. Riguarda la libertà. Voglio che gli uomini accettino il compito in modo che le loro figlie, le loro sorelle e le loro madri possano essere libere da pregiudizi ma anche che i loro figli abbiano il permesso di essere vulnerabili e anche umani per rivendicare parti di loro che hanno abbandonato, e con ciò, essere una versione più vera e completa di se stessi. Puoi pensare: chi è questa ragazza di Harry Potter? Cosa sta facendo all'ONU? Anch'io me lo sono chiesto. Tutto quello che so è che sono preoccupato per questo problema e che voglio migliorarlo. E avendo visto ciò che ho visto e avendo questa opportunità, sento che è mia responsabilità dire qualcosa. Lo statista Edmund Burke ha detto che tutto ciò di cui ha bisogno per trionfare le forze del male è che gli uomini buoni e le brave donne non fanno nulla. Durante i miei nervi a causa di questo discorso e dei miei momenti di dubbio, mi sono detto fermamente: se non sono io, chi? Se non lo è ora, quando? Se hai dei dubbi quando si presenta un'opportunità, spero che queste parole ti aiuteranno. Perché la realtà è che se non facciamo nulla, ci vorranno 75 o 100 anni prima che le donne possano aspettarsi di essere pagate allo stesso modo degli uomini per lo stesso lavoro. 15,5 milioni di ragazze si sposeranno essere ragazze per i prossimi 16 anni. E mentre andiamo, non sarà fino al 2086, quando tutte le ragazze africane nelle aree rurali possono avere un'istruzione superiore. Se credi nell'uguaglianza, puoi essere una delle femministe involontarie di cui ho parlato prima, ed è per questo che ti applaudo. Dobbiamo lottare per un mondo unito, e la buona notizia è che abbiamo una piattaforma. Si chiama HeForShe. Ti invito a fare il passo, essere visto e chiediti: se non sono io, chi? Se non lo è ora, quando? Grazie. "
Powered by Blogger.