Violenza domestica: un violentatore a casa

violencia doméstica: un abusador en casa Violenza domestica, foto: Thinkstock

La violenza domestica non riguarda solo l'aggressione fisica, ma anche l'aggressività emotiva e sessuale. Suggerimenti per identificare questa situazione difficile.


di Fuchsia Magazine. com In Colombia, ogni quattro giorni una donna muore per mano del suo compagno; Negli Stati Uniti, ogni 15 secondi una donna viene abusata fisicamente da un uomo che conosce; quasi il 50% della popolazione femminile del paese dichiara di essere stata aggredita fisicamente secondo l'ultima indagine demografica e sanitaria di Profamilia... La violenza domestica è una realtà difficile da accettare anche per la stessa vittima, specialmente quando le aggressioni a cui è esposto sono psicologiche. Questo è il motivo per cui è fondamentale sapere cos'è la violenza domestica e quali sono le sue manifestazioni. Solo così è possibile fermare la situazione e chiedere aiuto. Tipi di violenza domestica La violenza domestica è un abuso o un'aggressione che un membro della famiglia (nucleo familiare) causare un altro È classificato come fisico, sessuale ed emotivo e di solito sempre correlato. · Violenza fisica: è l'uso di forza fisica o di armi che feriscono o feriscono. Pugni, calci, capelli halon, morsi, ustioni e lacerazioni con sostanze come acidi o oggetti rientrano in questa categoria.
· Violenza sessuale: si verifica quando uno dei membri della famiglia (tra cui coniuge) è altrimenti destinato ad avere rapporti sessuali. È il meno segnalato dei tre tipi a causa delle implicazioni emotive e legali che porta. · Violenza psicologica o emotiva: insulti, critiche, accuse, umiliazione, controllo delle azioni, divieti, gelosia ossessiva e minacce di abbandono, aggressività o sessuale, sono alcune delle pratiche più utilizzate dagli aggressori emotivi per sottomettere o ridicolizzare le loro vittime.
La prova della violenza domestica La violenza domestica non solo lascia le vittime danni fisici, anche profondi danni emotivi praticamente irreversibili che possono portare la persona a soffrire di depressione, disturbi d'ansia, bassa autostima, difficoltà nello stabilire relazioni sociali, la necessità di droghe o alcol o anche di sperimentare il desiderio di uccidersi.
In generale, chi soffre assaggio: 1. Lesioni visibili e continue come contusioni, contusioni, infiammazioni e fratture. Hanno sempre una spiegazione per nascondere il motivo del danno. 2. Nervosismo, ansia e angoscia permanente, specialmente quando si trovano fuori dai parametri stabiliti dall'aggressore. 3. Controllo delle tue attività. Ad esempio, non possono ritardare quando lasciano le loro case o vestirsi come vorrebbero fare. 4. L'insicurezza di esporre i loro argomenti perché ogni volta che fanno il perpetratore li insulta, li squalifica o li umilia di fronte a parenti, amici o estranei. 5. Stati della depressione, disturbi alimentari, isolamento, problemi di addormentarsi e malnutrizione. 6. Sottomissione assoluta, anche quando devono prendere decisioni che li riguardano direttamente. 7. desideri suicidarsi. Nel paese ci sono innumerevoli organizzazioni disposte a ricevere reclami, risolvere preoccupazioni e prestare attenzione alle vittime di violenza domestica. Le stazioni di polizia di famiglia, l'ICBF, il Consiglio presidenziale per l'uguaglianza delle donne, l'ONG Casa de la Mujer e la Corporación Sisma Mujer, sono alcune.
Powered by Blogger.