Un gruppo di artisti francesi sfida il movimento #MeToo con dichiarazioni politiche

grupo de artistas francesas reta al movimiento #metoo con polémicas declaraciones Foto:. Getty

Catherine Deneuve e altri artisti e intellettuali francesi dimostrano contro il movimento per il puritanesimo sessuale, le polemiche non si è fatto attendere



Movimento # Metoo, l'hashtag popolare raccogliendo tutti Repubbliche ANCORA accuse p su casi di molestie sessuali, soprattutto a Hollywood, ha trascorso mesi sulla bocca di tutti. Da quando è partito alla luce lo scandalo Harvey Weinstein; fino a quest'ultimo gala dei Golden Globes, in cui la rivendicazione era la protagonista; in seguito alla nomina delle donne che hanno rotto il loro silenzio come Personage of the a nilde; o della rivista Time; Fino ad ora, navigando in un'ondata di supporto.



O almeno altrettanto bene Era stato fino a quando non è apparso. il manifesto di un gruppo di un centinaio di intellettuali e artisti francesi, con Catherine Deneuve alla testa, che denuncia che dietro questa nuova ondata di pensiero si nasconde una caccia alle streghe contro gli uomini. Il manifesto, ora considerato come la controparte del movimento #MeToo è stata pubblicata sul quotidiano Le Monde. La politica è servito.



Secondo questo gruppo di eminenti donne francesi, il movimento #Metoo è una reazione puritana che tratta le donne come bambini e nega la loro libertà sessuale. Lo accusano anche di aver rovinato la carriera professionale di alcuni uomini il cui "unico errore è stato quello di toccare un ginocchio, rubare un bacio, parlare di questioni intime a una cena professionale", hanno scritto.



Inoltre, i firmatari mettono in guardia sulle conseguenze che l'attuale movimento femminista può avere sulle manifestazioni culturali, e menzionano le proteste a Parigi prima di una retrospettiva del lavoro di Roman Polanski; la richiesta di ritirare un'opera di Balthus dal Met a New York; o il fatto che alcuni dei suoi redattori (ci sono diversi scrittori tra i firmatari, come Catherine Millet, per esempio) hanno chiesto loro di rendere d'ora in poi i loro personaggi maschili meno sessisti o di rendere più esplicito iltraumi subiti dai personaggi femminili.



Come donne, non ci riconosciamo in questo femminismo che, più di là. delle denunce sugli abusi di potere, mette il volto dell'odio agli uomini e alla sessualità, affermava senza mezzi termini. Ammettono che lo stupro è un crimine , ma sottolineano che la seduzione insistente o maldestra non è un crimine, né la galanteria è un'aggressione machista, andando così contro cosa è stato detto negli ultimi mesi dalla maggioranza dei rappresentanti del femminismo in tutto il mondo.



Considera, inoltre, che cosa si sta facendo; producendo sotto il #MeToo, una campagna BAMBINA di denunce e accuse p ANCORA Repubbliche a uomini che non hanno avuto la possibilità di difendere e dire anche & eacute ;. n è il ritorno di una morale vittoriana che non favorisce l'emancipazione & oacute; n donne, ma, al contrario, diventa un nemico della libertà sessuale.



Come previsto, le reazioni non sono state lente ad arrivare. Un gruppo di trenta attivisti femministi francesi ha risposto. al manifesto originale contro Deneuve, che probabilmente per essere il volto più noto del manifesto è diventato l'obiettivo di tutti i reati. Accusano frontalmente i firmatari del manifesto originale di essere recidivi in ​​difesa di pedocriminale o le scuse della violazione, ignorando il fatto che milioni di donne soffrono o hanno subito questo tipo di violenza. Sembrano riferirsi, nel caso di Deneuve, alla difesa che ha ripetutamente fatto del regista Roman Polanski accusato di molestie sessualmente moleste, tra cui un figlio di dieci anni, affermando che gli sono semplicemente piaciute le ragazze



Anche così, non dovremmo ignorare ciò che è stato detto. Sebbene siamo i primi a difendere il risveglio femminile dopo Weinstein contro gli uomini violenti, non dovremmo cadere nell'uso del vecchia tecnica di "difendere la protezione delle donne...a loro catena nel loro stato di V & iacute; eterne vittime di piccole cose come inermi sotto il potere dei demoni macho, come ai vecchi tempi di stregoneria & iacute, un ", come sottolineare i firmatari

Come non possiamo dimenticare che, contrariamente a ciò che pensano questi cento francese, perché le precedenti generazioni di donne hanno avuto a che fare con un certo livello di abuso da parte del g & eacute; nero di sesso maschile, la nuova generazione & oacute; Non dovrei farlo sotto lo stesso silenzio. a cui rispondiamo nelle parole di Oprah: Times Up (tempo scaduto).



Una pubblicazione condivisa di #TIMESUP (@timesupnow) il 7 gennaio 2018 alle 8:04 PST

Powered by Blogger.